Arte &Coaching connessione di due processi creativi

Cosa hanno in comune l’arte e il coaching?

 

Questa è la domanda che ci siamo fatte io e Rosa Myriam De Lillo quando abbiamo iniziato a condividere le nostre esperienze professionali di coach e storica dell’arte; durante il primo lockdown, abbiamo sentito la necessità di creare un progetto virtuale per avvicinare le persone all’arte nelle sue variegate espressioni, con l’obiettivo di stimolare riflessioni e crescita personale.

La risposta alla domanda è stata semplice: l’arte e il coaching sono due processi creativi.

L’arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana che porta a forme di creatività, attraverso abilità innate o acquisite.

Ha la capacità di trasmettere emozioni ed è il risultato di un processo che coinvolge la fantasia, l’immaginazione, il proprio vissuto, le esperienze rielaborate e trasformate per poi essere impresse su una tela, scolpite o espresse in qualsiasi altra forma creativa.

L’artista parte da un’idea-intuizione che è già dentro di lui/lei e nel realizzarla, passando attraverso una serie di decisioni, ripensamenti, nuovi tentativi, difficoltà e nuove consapevolezze attua il suo personale processo creativo volto alla realizzazione finale dell’opera. 

Il coaching (1) agisce sulle persone attraverso un processo creativo, stimolando la riflessione, generando nuovi modi di pensare, di fare e di vedere le cose, raggiungendo la consapevolezza nelle proprie abilità per poter affrontare con fiducia i cambiamenti e focalizzare i propri obiettivi, fare maggiore chiarezza sul futuro e i traguardi desiderati, massimizzando il potenziale personale e professionale.

Unendo questi due processi creativi, nell’ambito di incontri virtuali, abbiamo sperimentato, attraverso una modalità innovativa ed interattiva, come l’arte in sinergia con il coaching possa divenire un momento di riflessione per riscoprire le nostre risorse interiori, attraverso il potere evocativo delle arti visive, performative, plastiche, cinematografiche.

L'arte è lo strumento per eccellenza che ci permette di entrare in contatto con i nostri pensieri, le nostre emozioni e nostri sensi, mostrando attraverso le immagini ciò che talvolta appare difficile esprimere a parole e ci dà l’occasione di osservare, guardare il mondo e la vita da una prospettiva diversa. L’arte è stata inoltre riconosciuta, da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità nel 2019 (2), strumento di tutela della salute e promozione del benessere individuale e collettivo.

A conclusione di questo nostro approfondimento sia teorico che pratico, a nostro parere la contaminazione dell’arte con il coaching diventa funzionale al benessere e allo sviluppo personale sia nella vita privata che lavorativa.

-----------------------------------

1) International Coach Federation  (coachingfederation.org)

 

2) La WHO (Word Health Organization) Europea ha pubblicato nell’ambito delle attività dell’ Health Evidence Network lo studio “What is the evidence on the role of the arts in improving health and well-being? A scoping review”. 

Scrivi commento

Commenti: 0